Una tigellata come si deve

Gnocco fritto e tigelle: che cosa puoi trovare di più caratteristico di Bologna e Modena? Per assaggiare il vero, buon gnocco fritto, tigelle squisite e deliziosi borlenghi, accompagnate da grandi piatti di affettati misti, scegli Da Ca’ Vecia.

Il nostro ristorante ha ottenuto opinioni entusiastiche sui forum e ha un’eccellente reputazione in tutta la zona. Abbiamo tigelle e crescentine esclusivamente di produzione propria, servite con salumi e formaggi di ottima qualità.

La nostra location è in grado di ospitare anche grandi gruppi, fino a centinaia di persone. Disponiamo di un magnifico giardino e di ampie sale con interni in mattoni a vista, per un’atmosfera davvero unica. La cucina tradizionale non ha mai avuto una cornice così bella.

E i prezzi? Davvero abbordabili, come per qualsiasi ristorante tipico che si rispetti. Gli ingredienti dei nostri piatti sono quelli semplici e genuini delle ricette originali, coltivati e scelti fra la produzione delle immediate vicinanze.

Scegli noi per la migliore tigellata della tua vita!

Contattaci!

Cucina emiliana

Tra colleghi, con gli amici o in famiglia, un bel piatto di gnocco fritto e tigelle è davvero un elemento intramontabile della cucina tradizionale dell’Emilia Romagna. Così come i famosi borlenghi, preparati con lardo di alta qualità!

Scegli tu come vuoi accompagnarle: nel menù della trattoria Da Ca’ Vecia abbiamo a disposizione affettati misti, lardo, parmigiano, per le tradizionali crescentine salate; per chi ama il dolce, abbiamo a disposizione Nutella e marmellate di frutta, magari da abbinare a un tagliere di formaggi misti.

Facciamo tutto sul momento, proprio come si deve.

Ma come sono nate le tigelle e lo gnocco fritto? E come si fanno? Entrambi sono piatti della gastronomia tipica di Modena e Bologna, ma non tutti conoscono la loro storia e le modalità di preparazione.

Storia e preparazione di gnocco e tigelle

Lo gnocco fritto è nato come specialità antichissima, addirittura longobarda. A seconda delle province, assume diverse denominazioni (torta fritta a Parma, per esempio, oltre a numerose definizioni dialettali). E’ un cibo di strada, popolare, molto presente in tutte le sagre di paese.

Gli ingredienti di base sono farina, sale, strutto di maiale e acqua: sta alla bravura della nostra chef Uliana preparare dei pezzi di gnocco fritto leggeri, fragranti e gustosi. Una volta impastati e disposti nella tipica forma a rettangolo, vengono fatti riposare per un po’ di tempo e infine fritti in un composto di strutto e olio. Finiscono poi sulla tavola, pronti per essere gustati insieme a salame, prosciutto, coppa e formaggi.

Le tigelle, composte di farina, lievito, olio, acqua e latte, sono lavorate, fatte lievitare e cotte sul fuoco attraverso l’utilizzo di un utensile tradizionale apposito. Anche la loro origine si perde indietro nei tempi, frutto di un’abitudine familiare molto diffusa nella nostra zona, conservatasi fino ai giorni nostri, perché… davvero da leccarsi i baffi!